FSA_ESTUDIO

Fran Silvestre Arquitectos

NOME DELLO STUDIO

Fran Silvestre Arquitectos

POSIZIONE DELLO STUDIO

Valencia (Spagna)

DESCRIZIONE DELLO STUDIO

Fran Silvestre Arquitectos è uno studio con sede a Valencia, formato da un team multidisciplinare di architetti fondato nel 2005 da Fran Silvestre.

Dopo essersi laureato in Architettura alla Scuola Tecnica Superiore di Valencia nel 2001, Fran Silvestre si è specializzato in Pianificazione urbana alla Technische Universiteit Eindhoven. In seguito ha vinto una borsa di studio per lavorare nello studio dell’architetto Premio Pritzker del Portogallo, Alvaro Siza realizzando da allora progetti in collaborazione con lui. Inoltre è professore all’Università Politecnica di Valencia dal 2006 e all’Università Europea dal 2009.

I suoi progetti hanno in comune modulazione, serializzazione e uso della luce, dando origine a progetti di elevata purezza e tecnologia nei quali si utilizzano materiali e tecnologie innovative. Fin dalla sua nascita,  si è concentrato sulla realizzazione di progetti di piccole dimensioni come la Casa del Atrio (2009) o la Casa en la ladera de un Castillo (2010). Inoltre ha realizzato lavori multidisciplinari come il design della silla de Alis, collaborando con altri studi come quello di Alfaro Hofmann. Recentemente ha sviluppato con l’Università Politecnica di Valencia e l’Istituto Tecnologico per l’Energia (ITE) Eolica, una torre generatrice di energia in grado di fornire energia attraverso diverse fonti rinnovabili ad una città.

I suoi progetti sono stati pubblicati su numerose riviste specialistiche internazionali come Pencil, GG, GA Houses, On-Site, o AV3. Quest’anno è stato premiato con il premio Red Dot Award: Product Design 2013 nella categoria “architecture an urban design” per il progetto della Casa en el Acantilado. Inoltre ha vinto il Premio MHK (Berlino) per la Casa del Atrio ed è stato finalista del Concorso internazionale per la “Fundación de Arquitectura Contemporánea” di Cordoba.

NOME DELLO SPAZIO ESPOSITIVO

In pietra naturale

DESCRIZIONE DELLO SPAZIO ESPOSITIVO

Il progetto risolve tre spazi non collegati fisicamente sebbene connessi dalla stessa essenza.

La materialità, con l’uso di una tradizione innovata, mette in evidenza i vantaggi della pietra naturale.

La combinazione di texture e luce, i tre tipi di finiture, lucido, martellato e sabbiata, mostrano una gamma di dieci texture su una proposta di contrasti all’interno dell’uniformità. I cambiamenti cromatici della luce naturale si riflettono sulle pareti. La luce artificiale, attraverso una rientranza nella pietra, permette di retroilluminarla. Un’illuminazione notturna, con tonalita calde, quasi dorate.

Infine, la precisione nell’esecuzione del dettaglio. Senza dimenticare che l’architettura può essere grande nel piccolo.

Tutto ciò, la continuità spaziale, l’uso di pochi materiali, l’integrazione delle installazioni, della illuminazione, la continuità del tempo, con un’architettura capace di attraversarlo senza essere dimenticata…sono fattori comuni nei lavori realizzati.

Would you
like us
to inspire your
interior space?

 Professional Individual