IL QUADERNO DI Francisco Mangado

Beloqui - Mangado y Asociados - Pamplona, Navarra (Spain)

Palazzo dei Congressi Baluarte, Padiglione della Spagna in occasione dell’Expo di Saragozza 2008, Stadio Nueva Balastera di Palencia, Museo di Belle Arti dell’Asturia. Auditorium Municipale di Teulada, Palazzo dei Congressi e Hotel a Palma di Maiorca, Centro Municipale di Esposizioni e Congressi di Avila e Museo Archeologico di Alava…

1 – Chi è Francisco Mangado?

Un lavoratore.

2 – Quando ha scoperto di voler diventare architetto?

Volevo essere architetto navale ma alla fine sono diventato architetto di edifici…

3 – Un punto di riferimento nell’architettura…

Jørn Utzon.

4 – Se non fossi diventato architetto, sarei…

Filologo.

5 – Un difetto e una virtù.

Molto autoesigente.

6 – Com’è casa sua?

Amichevole e permissiva.

7 – La domenica è il giorno per…

Quasi tutto.

8 – Un luogo dove cercare l’ispirazione.

Nella realtà stessa.

9 – Qual è l’ultimo libro che ha letto?

Alla ricerca di Klingsor di Jorge Volpi.

10 – Tra 15 anni…

Non mi interessa.

11 – Quando pensa all’architettura cose le viene in testa…

La complessità delle cose, della situazione e delle persone.

12 – Matita o computer?

Matita per pensare e disegnare i pensieri, anche per pensare i particolari e la materializzazione del progetto. Computer per ordinare il lavoro.

13 – Come definirebbe il suo lavoro?

Tenace ed esaustivo.

14 – Un progetto che le piacerebbe fare.

Una Chiesa.

15 – La sua opinione sull’architettura spagnola.

Molto meglio di ciò che questa società si merita a volte.

16 – Come si può mantenere uno stile proprio soddisfacendo le esigenze dei clienti?

Non è difficile, il cliente intelligente è un gran alleato.

17 – Nell’architettura, cosa le riesce meglio e cosa le risulta più faticoso?

Faccio fatica ad essere più umile e ciò che mi riesce meglio è essere convincente.

18 – La sua ricetta per il successo.

Che successo? Quello proprio o quello esterno. Quello proprio è il lavoro serio, di quello esterno non sono molto sicuro.

19 – Qual è il ruolo dei prodotti naturali nei suoi progetti?

Tutto. Mi piacciono i prodotti naturali. Sono i più generosi con il progetto.

20 – Il suo prodotto preferito di L’Antic Colonial è…

Tutti quelli che sono naturali, no? Ad ogni modo mi sembra molto interessante l’applicazione di solette metalliche, nei rivestimenti per bagno.

+ Info: www.fmangado.es

Inviare un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Would you
like us
to inspire your
interior space?

 Professional Individual